Oggi viene il mio zio matto

Free Soul

Well-known member
Per chi segue i miei post sapete a chi mi riferisco. Pregate per me...ancora deve arrivare e già sta scassando la minchia...
 
Stamattina mio zio matto è andato via. Vi dico solo cosa ha fatto in questi 5 giorni in ordine cronologico:
-sabato eravamo andati un attimo in un bagno pubblico, all'uscita dal bagno ci laviamo le mani, ma l'asciugatore non c'è, io prendo un fazzoletto per asciugarmi le mani, invece lei ha avuto una mezza crisi isterica e ha urlato nel bagno pubblico "nun c sta manc na cart ca". Che vuol dire "qui non c'è neanche una carta". Poi ha privato a fare canestro con la carta usata per asciugarsi le mani, non ci è riuscito ed ha avuto un'altra crisi.
-domenica, io, lui e mia madre siamo andati alla messa di Pasqua. Mia madre non lo fa apposta e gli urta leggermente lo zaino con il piede e lui in chiesa esclama ad alta voce "o sapev" tradotto: lo sapevo. Una signora davanti a noi si è girata con faccia terrorizzata e l'ha guardata come per dire, ma chi è sto pazzo?
-Ieri stavamo in fila alla biglietteria della stazione per il treno, c'era un po' di fila, roba normale, lui ad un certo punto esclama ad alta voce "ma quant c vo p fa nu bigliett"? Tradotto: quanto ci vuole per fare un biglietto? Fortunatamente non si è girato nessuno. Infine passiamo all'ultima perla: chi legge i miei post, pure del vecchio FDB, sa che mio zio è letteralmente ossessionato dalle carte e dai documenti, praticamente ieri sera ha passato tutta la serata prima di partire a leggere, consultare e fotografare vecchie carte e pratiche burocratiche che appartenevano a mia nonna materna. È ossessionato dalle cartelline in cui erano conservate queste carte. Dopo che le ha "studiate" tutte le fotografava e le rimetteva apposto in continuazione. Non so quante volte le ha prese, tirate fuori, rimesse apposto e poi tirate nuovamente fuori. Ad un certo punto addirittura ha aperto l'armadio e si è messo a cercare lì dentro con la torcia del cellulare accesa...io basito. Poi se ne è andato, ma dopo 10 minuti è ritornato perché si era dimenticato di portare con sè alcune carte....
 
Stamattina mio zio matto è andato via. Vi dico solo cosa ha fatto in questi 5 giorni in ordine cronologico:
-sabato eravamo andati un attimo in un bagno pubblico, all'uscita dal bagno ci laviamo le mani, ma l'asciugatore non c'è, io prendo un fazzoletto per asciugarmi le mani, invece lei ha avuto una mezza crisi isterica e ha urlato nel bagno pubblico "nun c sta manc na cart ca". Che vuol dire "qui non c'è neanche una carta". Poi ha privato a fare canestro con la carta usata per asciugarsi le mani, non ci è riuscito ed ha avuto un'altra crisi.
-domenica, io, lui e mia madre siamo andati alla messa di Pasqua. Mia madre non lo fa apposta e gli urta leggermente lo zaino con il piede e lui in chiesa esclama ad alta voce "o sapev" tradotto: lo sapevo. Una signora davanti a noi si è girata con faccia terrorizzata e l'ha guardata come per dire, ma chi è sto pazzo?
-Ieri stavamo in fila alla biglietteria della stazione per il treno, c'era un po' di fila, roba normale, lui ad un certo punto esclama ad alta voce "ma quant c vo p fa nu bigliett"? Tradotto: quanto ci vuole per fare un biglietto? Fortunatamente non si è girato nessuno. Infine passiamo all'ultima perla: chi legge i miei post, pure del vecchio FDB, sa che mio zio è letteralmente ossessionato dalle carte e dai documenti, praticamente ieri sera ha passato tutta la serata prima di partire a leggere, consultare e fotografare vecchie carte e pratiche burocratiche che appartenevano a mia nonna materna. È ossessionato dalle cartelline in cui erano conservate queste carte. Dopo che le ha "studiate" tutte le fotografava e le rimetteva apposto in continuazione. Non so quante volte le ha prese, tirate fuori, rimesse apposto e poi tirate nuovamente fuori. Ad un certo punto addirittura ha aperto l'armadio e si è messo a cercare lì dentro con la torcia del cellulare accesa...io basito. Poi se ne è andato, ma dopo 10 minuti è ritornato perché si era dimenticato di portare con sè alcune carte....
Piu' che matto sembra autistico
 
demon-slayer-kimetsu-no-yaiba.gif

@Free Soul ti avevo avvisato di usare il respiro del Sole:ROFLMAO:
 
Tuo zio non mi sembra matto, è una persona normalissima che esprime disappunto per la nullafacenza dei dipendenti pubblici.
 
Stamattina mio zio matto è andato via. Vi dico solo cosa ha fatto in questi 5 giorni in ordine cronologico:
-sabato eravamo andati un attimo in un bagno pubblico, all'uscita dal bagno ci laviamo le mani, ma l'asciugatore non c'è, io prendo un fazzoletto per asciugarmi le mani, invece lei ha avuto una mezza crisi isterica e ha urlato nel bagno pubblico "nun c sta manc na cart ca". Che vuol dire "qui non c'è neanche una carta". Poi ha privato a fare canestro con la carta usata per asciugarsi le mani, non ci è riuscito ed ha avuto un'altra crisi.
-domenica, io, lui e mia madre siamo andati alla messa di Pasqua. Mia madre non lo fa apposta e gli urta leggermente lo zaino con il piede e lui in chiesa esclama ad alta voce "o sapev" tradotto: lo sapevo. Una signora davanti a noi si è girata con faccia terrorizzata e l'ha guardata come per dire, ma chi è sto pazzo?
-Ieri stavamo in fila alla biglietteria della stazione per il treno, c'era un po' di fila, roba normale, lui ad un certo punto esclama ad alta voce "ma quant c vo p fa nu bigliett"? Tradotto: quanto ci vuole per fare un biglietto? Fortunatamente non si è girato nessuno. Infine passiamo all'ultima perla: chi legge i miei post, pure del vecchio FDB, sa che mio zio è letteralmente ossessionato dalle carte e dai documenti, praticamente ieri sera ha passato tutta la serata prima di partire a leggere, consultare e fotografare vecchie carte e pratiche burocratiche che appartenevano a mia nonna materna. È ossessionato dalle cartelline in cui erano conservate queste carte. Dopo che le ha "studiate" tutte le fotografava e le rimetteva apposto in continuazione. Non so quante volte le ha prese, tirate fuori, rimesse apposto e poi tirate nuovamente fuori. Ad un certo punto addirittura ha aperto l'armadio e si è messo a cercare lì dentro con la torcia del cellulare accesa...io basito. Poi se ne è andato, ma dopo 10 minuti è ritornato perché si era dimenticato di portare con sè alcune carte....
Da come lo descrivi sembra soffra di qualche disturbo ossessivo compulsivo
 
In particolare, se trovi il thread vorrei che tu ci spiegassi meglio la sua passione per i cimiteri che coltiva con quelľ altro suo strambo amico.
 
Stamattina mio zio matto è andato via. Vi dico solo cosa ha fatto in questi 5 giorni in ordine cronologico:
-sabato eravamo andati un attimo in un bagno pubblico, all'uscita dal bagno ci laviamo le mani, ma l'asciugatore non c'è, io prendo un fazzoletto per asciugarmi le mani, invece lei ha avuto una mezza crisi isterica e ha urlato nel bagno pubblico "nun c sta manc na cart ca". Che vuol dire "qui non c'è neanche una carta". Poi ha privato a fare canestro con la carta usata per asciugarsi le mani, non ci è riuscito ed ha avuto un'altra crisi.
-domenica, io, lui e mia madre siamo andati alla messa di Pasqua. Mia madre non lo fa apposta e gli urta leggermente lo zaino con il piede e lui in chiesa esclama ad alta voce "o sapev" tradotto: lo sapevo. Una signora davanti a noi si è girata con faccia terrorizzata e l'ha guardata come per dire, ma chi è sto pazzo?
-Ieri stavamo in fila alla biglietteria della stazione per il treno, c'era un po' di fila, roba normale, lui ad un certo punto esclama ad alta voce "ma quant c vo p fa nu bigliett"? Tradotto: quanto ci vuole per fare un biglietto? Fortunatamente non si è girato nessuno. Infine passiamo all'ultima perla: chi legge i miei post, pure del vecchio FDB, sa che mio zio è letteralmente ossessionato dalle carte e dai documenti, praticamente ieri sera ha passato tutta la serata prima di partire a leggere, consultare e fotografare vecchie carte e pratiche burocratiche che appartenevano a mia nonna materna. È ossessionato dalle cartelline in cui erano conservate queste carte. Dopo che le ha "studiate" tutte le fotografava e le rimetteva apposto in continuazione. Non so quante volte le ha prese, tirate fuori, rimesse apposto e poi tirate nuovamente fuori. Ad un certo punto addirittura ha aperto l'armadio e si è messo a cercare lì dentro con la torcia del cellulare accesa...io basito. Poi se ne è andato, ma dopo 10 minuti è ritornato perché si era dimenticato di portare con sè alcune carte....
Che sogno essere tuo zio ♥️
 
Non è il primo autistico fissato con ste cose. Uno che conosco fa mille domande perché vuole conoscere l'albero genealogico, infatti so che è risalito a documenti vecchi per ricreare l'albero genealogico di persone della sua zona.
Ogni volta mi fa domande su zii, cugini e nonni.
 
Back
Top